Piattaforme di lavoro digitale: dal 14 aprile attiva comunicazione obbligatoria per lavoratori

Lunedì, 04/04/2022 alle ore 10:28
Piattaforme di lavoro digitale: dal 14 aprile attiva comunicazione obbligatoria per lavoratori

Le piattaforme di lavoro digitale sono "i programmi e le procedure informatiche che, indipendentemente dal luogo di stabilimento, condizionano le modalità̀ di esecuzione di una prestazione di lavoro" mentre il lavoro intermediato da piattaforma digitale è "la prestazione di lavoro, compresa quella di natura intellettuale, intermediata da una piattaforma digitale che ne condiziona le modalità̀ di esecuzione, indipendentemente dalla qualificazione contrattuale del rapporto di lavoro e dal luogo di svolgimento della prestazione". 

A definirlo è il decreto del ministero del Lavoro – pubblicato lo scorso 31 marzo - che attua la norma introdotta dal decreto legge sull'attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) sull'obbligo delle comunicazioni telematiche del lavoro mediante piattaforme digitali, disciplinando gli standard e le regole per la trasmissione telematica delle comunicazioni dovute dai committenti. 

La comunicazione, spiega il ministero, deve avvenire attraverso il modello "UNI-piattaforme" che sarà a breve disponibile. Il committente della prestazione autonoma, inclusa quella occasionale, deve provvedere alla comunicazione entro il 20° giorno del mese successivo all'instaurazione del rapporto di lavoro. I dati contenuti nel modello, secondo il decreto, vengono resi disponibili all’Ispettorato nazionale del lavoro, all’INPS, all’INAIL, alle Regioni e, nel caso di lavoratori stranieri, al ministero dell’Interno.

Il provvedimento entra in vigore il 14 aprile 2022.