Cloud: CNS e cooperative aderiscono a prima rete europea di gestione sostenibile del dato

Giovedì, 05/05/2022 alle ore 09:51
Cloud: CNS e cooperative aderiscono a prima rete europea di gestione sostenibile del dato

Nasce “Next Generation Cloud Pioneers”, la prima rete di cloud storage distribuito in Europa che consentirà l’archiviazione e la condivisione di dati in modo sicuro, garantendo sovranità del dato, privacy e rispetto dell’ambiente.

A lanciare il programma è stata la startup bolognese Cubbit, che ha raccolto le adesioni di oltre 50 realtà italiane provenienti anche dal mondo cooperativo: CNS, Legacoop Bologna, Coopservice e Open Group.

Come funzionerà la rete? Ciascuna azienda – spiega la startup - riceverà alcuni dispositivi che saranno connessi ai router aziendali o direttamente a casa dei dipendenti. I dispositivi costituiranno così lo “Swarm”, ossia l’insieme di nodi che permettono di creare la rete distribuita. Ogni impresa sarà pertanto utilizzatrice dei servizi e, al tempo stesso, contribuirà allo sviluppo della rete. Grazie all’assenza di data center fisici sarà possibile risparmiare - per ogni Terabyte immagazzinato - l’emissione di 40kg di C02 all'anno, l’equivalente di quanto sarebbe prodotto guidando un’auto a benzina per 360 km.

Con l’adesione al programma il CNS – tra i fondatori della Fondazione PICO – intende mettere a disposizione dei soci un know-how tecnologico con strumenti e tecnologie all’avanguardia.

Le realtà del Next Generation Cloud verranno coinvolte in sessioni di co-design tecnologico per definire i molteplici campi applicativi di questa nuova tecnologia abilitante, oltreché per aumentarne le applicazioni sia per le aziende che fanno già parte del progetto, sia per quante aderiranno in futuro.