Ha riaperto lo sportello per gli incentivi della Nuova Sabatini. 480 milioni per agevolare le PMI

A disposizione 480 milioni per agevolare le PMI che investono in beni strumentali per incrementare l’innovazione

Sono 480 i milioni di euro stanziati con la Legge di Bilancio 2019 per finanziare la Nuova Sabatini per continuare ad agevolare le piccole e medie imprese che intendono investire in beni strumentali. Lo sportello ha riaperto il 7 febbraio per incentivare la manifattura digitale e incrementare l’innovazione e l’efficienza del sistema imprenditoriale tramite l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature.

La Nuova Sabatini - introdotta nel 2013 - è stata in questi anni un importante strumento agevolativo per l’ammodernamento e la crescita del sistema produttivo italiano. Finora sono state oltre 63mila le domande presentate dalle piccole e medie imprese, per un ammontare di contributo concesso superiore a un miliardo di euro.

Il contributo concesso, è pari al 2,75% annuo sugli investimenti ordinari, con una maggiorazione del 30% - pari al 3,575% annuo - per la realizzazione di investimenti in tecnologie digitali - compresi gli investimenti in big data, cloud computing, banda ultralarga, cybersecurity, robotica avanzata e meccatronica, realtà aumentata, manifattura 4D, Radio frequency identification - e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti. Lo sportello resterà aperto fino all’esaurimento delle nuove risorse.

Guida alla Nuova Sabatini