La gara per la fornitura di connettività a banda ultralarga per le scuole italiane, pubblicata sul sito di Infratel Italia Spa, rende operativa la misura prevista dal decreto del ministro Stefano Patuanelli pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il 1° ottobre.

L'importo base di 273.918.374 milioni di euro si compone di sette lotti: Liguria e Piemonte (31.262.332 euro); Lombardia (41.462.857 euro); Lazio e Sardegna  (36.745.792 euro); Basilicata e Campania (33.046.294 euro); Calabria e Sicilia (46.759.598 euro); Toscana e Veneto (44.419.615 euro); Abruzzo, Marche, Molise e Puglia (40.221.886 euro). Le restanti Regioni provvederanno alla realizzazione del Piano attraverso le proprie società in-house sulla base di un rapporto convenzionale con il MiSE. 

La durata dell’affidamento è di cinque anni decorrenti dalla data di sottoscrizione dell’Accordo quadro e i diritti d’uso acquisiti per le infrastrutture esistenti o le fibre ottiche dovrà essere pari ad almeno dieci anni. La scadenza del termine per la presentazione delle offerte è stata fissata per il  23 novembre prossimo alle 13. Il bando integrale della gara è disponibile al link: https://gareappalti.infratelitalia.itGli operatori economici interessati dovranno registrarsi sul portale https://gareappalti.infratelitalia.it attraverso la Piattaforma predisposta. L'avviso sarà pubblicato anche sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, 5ª Serie Speciale Appalti pubblici, n. 124 del 23 ottobre 2020.

La procedura della gara prevede il limite di due lotti aggiudicabili ad uno stesso concorrente per garantire più alti livelli di concorrenzialità e verrà assegnato un punteggio significativo per la celere realizzazione delle opere. Inoltre sono previste delle penali particolarmente severe per ogni giorno di ritardo, per la mancata attivazione della connessione in una scuola e per l’inosservanza circa i tempi di realizzazione ed alla qualità del servizio.