Trasporti

Taxi “democratici”

I tassisti rientrano nella grande famiglia dei lavoratori autonomi, il che vuol dire che non sempre sono in grado, da soli, di raggiungere elevati livelli tecnologici o di ottenere e offrire servizi in maniera agevolata; per questo le cooperative di taxi vogliono garantire a tutti i soci dei vantaggi comuni. Tra le più “antiche” sicuramente c’è Co.Ta.Bo (Cooperativa Tassisti Bolognesi), creata nel capoluogo dell’Emilia Romagna negli anni ’60; tra le “millenial” appTaxi, consorzio dal 2015 e frutto dell’unione di operatori radiotaxi delle principali città italiane (inclusa Co.Ta.Bo). Queste piattaforme cooperative promuovono soluzioni e servizi tecnologici, trasporti ecosostenibili, condivisione di dati, e altro ancora.